Vitamine

Home / Vitamine

Recensioni recenti

Visualizzazione di 5 risultati

  • -20%
    Vitamine

    nutravit.A

    11.92 o 10.73 /mese
  • -20%
    Vitamine

    nutravit.B

    11.92 o 10.73 /mese
  • -20%
    Vitamine

    nutravit.B12

    Valutato 0 su 5
    11.92 o 10.73 /mese
  • -20%
    Vitamine

    nutravit.C

    11.92 o 10.73 /mese
  • -20%
    Vitamine

    nutravit.D

    Valutato 0 su 5
    11.92 o 10.73 /mese

Vitamine

Le vitamine svolgono molti ruoli nel corpo. Ci sono molti vantaggi, ma ci sono anche numerose controindicazioni. Diamo un’occhiata più da vicino a ciò che fanno queste vitamine. Bene, guarda anche l’effetto che hanno sul corpo e su come possiamo sfruttarli al meglio. Spero che sarai in grado di prendere una decisione informata quando si tratta di salute.

Beneficio

La vitamina D è noto per prevenire determinati tipi di cancro. Studi epidemiologici mostrano che le persone che vivono nelle aree meridionali ed equatoriali del globo hanno tassi di cancro più bassi rispetto ad altre località. Questa vitamina è legata alla rigenerazione cellulare e può inibire la crescita dei tumori cancerosi riducendo il numero di cellule danneggiate. Può anche ridurre il numero di vasi sanguigni che si formano nei tumori.

Effetti

L’inizio del XX secolo era un tempo fondamentale nell’identificazione e nella caratterizzazione biologica-chimica-fisica delle vitamine. Durante questo periodo, gli scienziati hanno tentato di comprendere il ruolo delle vitamine nella salute umana, nonché il legame tra carenza di vitamina e malattia. Questi risultati hanno rivelato che la salute umana potrebbe essere migliorata integrando con vitamine.

Controindicazioni

Le vitamine, come con qualsiasi integratore, non dovrebbero sostituire una dieta equilibrata e pratiche di vita sane. Possono effettivamente distrarre da queste pratiche. Un articolo di Harvard Health del Dr. Joann Manson ha sottolineato che alcune persone che assumono multivitaminiche si percepiscono come più sane. Questo può essere un problema.

È stato scoperto che il multivitaminici interagisce con molti farmaci e condizioni mediche diverse. Ciò può causare effetti collaterali e un ridotto assorbimento del farmaco. Inoltre, è difficile determinare se i benefici di un multivitaminico sono sostanziali o addirittura minimi. Quindi, solo un medico dovrebbe prescrivere un multivitaminico per un paziente.

Le vitamine sono nutrienti essenziali di cui il corpo ha bisogno in piccole quantità per funzionare correttamente. Contribuiscono a mantenere la salute e a far funzionare il corpo come dovrebbe. Le diverse vitamine hanno ruoli diversi nell’organismo, ma tutte lavorano insieme per mantenere la salute e aiutare il corpo a funzionare correttamente. Per esempio, le vitamine A, C ed E sono antiossidanti e aiutano a proteggere le cellule dai danni. Le vitamine del gruppo B sono importanti per la produzione di energia e la vitamina D aiuta a mantenere le ossa forti. In generale, le vitamine fanno bene perché contribuiscono a mantenere il corpo sano e funzionante. Le diverse vitamine svolgono ruoli diversi nell’organismo e una persona necessita di una quantità diversa di ciascuna vitamina per mantenersi in salute.

Vitamina B5

Nome chimico: acido pantotenico.

  • È solubile in acqua.
  • Funzione: è necessario per produrre energia e ormoni.
  • Carenza: i sintomi includono parestesia o “formicolio”.
  • Buone fonti: includono carne, cereali integrali, broccoli, avocado e yogurt.

Vitamina B6

Nomi chimici: piridossina, piridossamina, piridossale.

  • È solubile in acqua.
  • Funzione: è vitale per la formazione dei globuli rossi.
  • Carenza: bassi livelli possono portare ad anemia e neuropatia periferica .
  • Buone fonti: questi includono ceci, fegato di manzo, banane, zucca e noci.

Vitamina B7

Nome chimico: biotina.

  • È solubile in acqua.
  • Funzione: consente al corpo di metabolizzare proteine, grassi e carboidrati. Contribuisce anche alla cheratina, una proteina strutturale della pelle, dei capelli e delle unghie.
  • Carenza: Bassi livelli possono causare dermatiti o infiammazioni dell’intestino.
  • Buone fonti: questi includono tuorlo d’uovo, fegato, broccoli, spinaci e formaggio.

Vitamina B9

Nomi chimici: acido folico, acido folinico.

  • È solubile in acqua.
  • Funzioni: è essenziale per la produzione di DNA e RNA.
  • Carenza: durante la gravidanza, questo può influenzare il sistema nervoso del feto. I medici raccomandano integratori di acido folico prima e durante la gravidanza.
  • Buone fonti: includono verdure a foglia, piselli, legumi, fegato, alcuni prodotti a base di cereali fortificati e semi di girasole. Inoltre, diversi frutti hanno quantità moderate.

Vitamina B12

Nomi chimici: cianocobalamina, idrossicobalamina, metilcobalamina.

  • È solubile in acqua.
  • Funzione: è essenziale per un sistema nervoso sano.
  • Carenza: bassi livelli possono portare a problemi neurologici e alcuni tipi di anemia.
  • Buone fonti: gli esempi includono pesce, crostacei, carne, pollame, uova, latte e altri prodotti lattiero-caseari, cereali fortificati, prodotti a base di soia fortificati e lievito alimentare fortificato.

I medici possono raccomandare alle persone con diete vegane di assumere integratori di vitamina B12.

Vitamina C

Nome chimico: acido ascorbico.

  • È solubile in acqua.
  • Funzione: contribuisce alla produzione di collagene, alla guarigione delle ferite e alla formazione delle ossa. Rafforza anche i vasi sanguigni, sostiene il sistema immunitario, aiuta il corpo ad assorbire il ferro e agisce come antiossidante.
  • Carenza: questo può provocare lo scorbuto, che provoca sanguinamento delle gengive, perdita dei denti e scarsa crescita dei tessuti e guarigione delle ferite.
  • Buone fonti: includono frutta e verdura, ma la cottura distrugge la vitamina C.

Vitamina D

Nomi chimici: ergocalciferolo, colecalciferolo.

  • È liposolubile.
  • Funzione: è necessario per la sana mineralizzazione delle ossa.
  • Carenza: questo può causare rachitismo e osteomalacia o rammollimento delle ossa.
  • Buone fonti: l’esposizione ai raggi UVB del sole o di altre fonti fa sì che il corpo produca vitamina D. Anche il pesce grasso, le uova, il fegato di manzo e i funghi contengono la vitamina.

Vitamina E

Nomi chimici: tocoferolo, tocotrienolo.

  • È liposolubile.
  • Funzione: la sua attività antiossidante aiuta a prevenire lo stress ossidativo, un problema che aumenta il rischio di infiammazioni diffuse e varie malattie.
  • Carenza: questo è raro, ma può causare anemia emolitica nei neonati. Questa condizione distrugge le cellule del sangue.
  • Buone fonti: questi includono germe di grano, kiwi, mandorle, uova, noci, verdure a foglia verde e oli vegetali.

Vitamina K

Nomi chimici: fillochinone, menachinone.

  • È liposolubile.
  • Funzione: è necessario per la coagulazione del sangue.
  • Carenza: bassi livelli possono causare un’insolita suscettibilità al sanguinamento o diatesi emorragica.
  • Buone fonti: questi includono natto, verdure a foglia verde, zucche, fichi e prezzemolo.

Idealmente, le vitamine di cui abbiamo bisogno provengono dagli alimenti che mangiamo. Nell’organismo, proteine, carboidrati e grassi si combinano chimicamente con altre sostanze per fornire energia e costruire il tessuto corporeo. Gli enzimi prodotti da specifiche vitamine avviano o accelerano queste reazioni chimiche. Per esempio, le vitamine del gruppo B contribuiscono alla formazione di enzimi attivi che aiutano a trasferire l’energia dagli alimenti ingeriti all’organismo.

Idrosolubili e liposolubili

Ogni vitamina ha un compito diverso, ma lavorano anche in squadra per regolare i vari processi biologici all’interno del nostro organismo. Il modo in cui le vitamine vengono utilizzate ed elaborate dall’organismo dipende dalla loro composizione chimica. Le vitamine si dividono in due categorie:

 

Idrosolubili Liposolubili
Vitamina C e vitamine del gruppo B Vitamine A, D, E e K

Le vitamine idrosolubili vengono assorbite dall’intestino e trasportate dal sangue ai tessuti specifici del corpo dove sono necessarie, ma vengono facilmente perse attraverso il sudore e l’urina. Di conseguenza, devono essere reintegrate più spesso.

Le vitamine liposolubili, invece, impiegano molto tempo per essere scomposte e rimangono nell’organismo più a lungo. Le vitamine A e D vengono immagazzinate nel fegato, mentre la vitamina E viene immagazzinata nel grasso corporeo.

Una dieta carente di nutrienti e vitamine può causare una serie di sintomi spiacevoli. Questi sintomi sono il modo in cui il corpo comunica potenziali carenze di vitamine e minerali. Riconoscerli può aiutare a identificare in cosa siamo carenti e regolare la nostra dieta di conseguenza. I sintomi di una carenza vitaminica dipendono da quale vitamina è carente. Stanchezza, mancanza di energia, debolezza e vertigini sono tutti sintomi di carenze di vitamine e micronutrienti.

Le carenze gravi possono causare seri problemi di salute, come uno scarso sviluppo fisico e mentale nei bambini, cecità o vulnerabilità alle malattie. Molte persone presentano carenze di:

  • Vitamina A
  • Vitamina B9 (folato)
  • Vitamina B12
  • Vitamina D
  • Vitamina E
  • Vitamina K
  • Ferro
  • Iodio
  • Magnesio
  • Selenio
  • Zinco

Una carenza di vitamina B12, ferro o folato può portare all’anemia, ovvero a bassi livelli di globuli rossi sani. I globuli rossi sono necessari per trasportare l’ossigeno nel corpo. Le persone con un numero insufficiente di globuli rossi accusano stanchezza, debolezza, mal di testa, pelle pallida o secca e vertigini.
Esistono esami del sangue per verificare la presenza di carenze vitaminiche. È possibile eseguire il test da soli a casa o chiedere al medico di eseguirlo in ambulatorio. Il principio è lo stesso per entrambi.

In genere, le persone assumono vitamine quotidianamente per un periodo prolungato. Tuttavia, il periodo dipende interamente da persona a persona. Alcuni assumono gli integratori per pochi giorni, mentre altri possono assumerli per anni. 

Se sono state fatte delle analisi del sangue e si è evidenziata una carenza, è probabile che sia necessario integrare, oltre a modificare la dieta, per un minimo di 3 mesi. Quando si tratta una carenza di vitamine o di ferro, in genere si attendono almeno 3-6 mesi prima di ripetere gli esami per vedere a che punto sono i livelli.

L’opinione comune è che le vitamine sintetiche siano quasi chimicamente identici a quelli presenti negli alimenti. Tuttavia, il processo di produzione dei nutrienti sintetici è molto diverso da quello delle piante e degli animali. Pertanto, nonostante la struttura sia simile, il corpo può reagire in modo diverso ai nutrienti sintetici. Inoltre, non è chiaro quanto i nutrienti sintetici siano assorbiti e utilizzati dall’organismo. Alcuni possono essere assorbiti più facilmente, altri no. Questo perché quando si mangia cibo vero non si assumono singoli nutrienti, ma piuttosto un’intera gamma di vitamine, minerali, cofattori ed enzimi che consentono un utilizzo ottimale da parte dell’organismo.

Senza questi composti aggiuntivi, è improbabile che i nutrienti sintetici vengano utilizzati dall’organismo allo stesso modo delle loro controparti naturali.

Ad esempio, alcuni studi dimostrano che la vitamina E naturale viene assorbita in modo due volte più efficiente rispetto alla vitamina E sintetica.

Tutte le Vitamine di Nutraly sono completamente Naturali.